Articoli

I colori nell’australian shepherd

I colori nell’australian shepherd
colori australian shepherd

Molti chiedono informazioni sui colori e combinazioni di colore degli australian shepherd. La risposta è racchiusa tutta sul disegno sopra. Se il vostro australian shepherd non mostra una colorazione con quelle combinazioni è da considerarsi fuori standard. Non di rado, infatti, possono nascere degli aussie con colori diversi dai 4 colori base che sono nero, rosso, blue merle e red merle e tali cani sono da considerarsi fuori standard. In questo sito (in inglese) http://www.ashgi.org/color/index.html potete trovare tutti i colori che rientrano nello standard e quelli che invece non rientrano nello standard.

Per chi non sa l’inglese faccio un breve riassunto.

I cani che vediamo spesso alle esposizioni o semplicemente in giro che passeggiano con i proprietari sono fondamentalmente i 4 colori che vedete all’estrema destra del disegno di cui sopra e che si vedono bene nella foto di seguito:

colori australian shepherd

Partendo da sinistra troviamo un black tricolor, un red merle tricolor, un blue merle tricolor e un red tricolor (il merle è per definizione un pattern, cioè un modello e in questo caso, anche se non definisce propriamente un colore univico essendo nello specifico un insieme di sfumatore di colore, viene considerato come un colore base). Questi sono i colori più comuni nella razza, ma si possono anche trovare esemplari completamenti neri o rossi, senza focature e con solo il bianco come secondo colore, o blue merle senza focature ecc. ecc. Questi colori rientrano tutti nello standard, tenendo sempre in conto le limitazioni imposte da esso, come gli occhi che devono essere completamente circondati da colore e pigmento ecc. Vi rimando allo standard per maggiori informazioni cliccando qui https://www.allevamentoaustralianshepherd.it/standard-australian-shepherd-pastore-australiano/. Se invece vi interessa approfondire le combinazioni di colori che si possono ottenere dall’accoppiamento di due australian shepherd, potete leggere questo articolo https://www.allevamentoaustralianshepherd.it/la-genetica-dei-colori-nellaustralian-shepherd/ .

Divertiamoci con la genetica! Quali sono i colori più diffusi nell’Australian Shepherd?

Divertiamoci con la genetica nell’Australian Shepherd

Se supponiamo che vengano eseguiti lo stesso numero di accoppiamenti possibili tra australian shepherd tenendo conto solo dei colori base, dei red factor ed escludendo naturalmente gli accoppiamenti tra merle, quindi quelli che trovate spiegati in questo articolo https://www.allevamentoaustralianshepherd.it/la-genetica-e-i-colori-nellaustralian-shepherd/, come statistica e genetica vuole, avremo all’incirca il 50% di soggetti che saranno black tricolor, il 20% che saranno Red Tricolor, il 20% che saranno Bluemerle e il 10% che saranno Red merle.

colori base australian shepherd

Ma, siccome, sicuramente non ci saranno le stesse quantità di accoppiamenti per quelli possibili, dobbiamo ragionare sempre appoggiandoci alla genetica. Quindi abbiamo che il nero è un colore dominante sul rosso e che il bluemerle, che è sempre nero, è dominante rispetto al red o redmerle, anche se per quest’ultimo non dovrebbe esserci casistica perché tra merle non si dovrebbero fare accoppiamenti. Da qui possiamo dedurre anche un altro dato e cioè che, sempre statisticamente parlando, se nascono tot bluemerle, devono obbligatoriamente nascere anche tot black tricolor, quindi qui ricaviamo un primo dato e cioè che è statisticamente impossibile che al mondo ci siano più blue merle che balck tricolor… o meglio… parliamo di soggetti nati…. Non possono cioè essere nati più soggetti bluemerle rispetto a soggetti black tricolor. Questo è un dato certo geneticamente parlando, se facciamo degli accoppiamenti che prevedono nella casistica che nella cucciolata possano nascere dei soggetti bluemerle. Poi può anche essere che in una cucciolata che prevede il 50% di bluemerle e il 50% di black tricolor, nascono 60 e 30 o anche 100 e 0 o viceversa… ma se si prendono in considerazione tutte le cucciolate fatte fin da quando esiste lo standard, la % sarà indicativamente di 50 e 50. Appurato questo ora possiamo ragionare solo per deduzione o, se vogliamo per questioni di “domanda e offerta”. L’aussie più richiesto è quasi sempre il bluemerle, almeno per chi si avvicina per la prima volta alla razza. Quindi è scontato che al mondo ci sono (o ci dovrebbero essere…) sicuramente più soggetti black tricolor rispetto ai bluemerle. Perché sicuramente di più? Perché come abbiamo dedotto prima, se ci sono tot bluemerle nati, ci saranno sicuramente tot black tricolor nati, ma… essendo vietato l’accoppiamento tra bluemerle e non essendo vietato l’accoppiamento tra black tricolor… a rigor di logica i balck tricolor sarà il colore più diffuso, seguito dal bluemerle. Proviamo ora a capire se ci sono più red tricolor o red merle….  Anche qui, geneticamente parlando dovrebbero esserci più red tricolor rispetto ai red merle, ma, se inseriamo il discorso di “domanda e offerta”, è molto probabile che si cerchi di ottenere più soggetti possibili red merle rispetto ai red tricolor, quindi mi viene da supporre che tendano ad equivalersi, perché anche qui vale il discorso fatto prima e cioè che è impossibile statisticamente parlando che siano nati negli anni più soggetti red merle che soggetti red tricolor, proprio perché se nasce un soggetto red merle, ne nascerà sempre uno red tricolor. E anche qui, tenendo conto che due red merle non si possono accoppiare, mentre due red tricolor sì, teoricamente quest’ultimi dovrebbero essere di più. Dico teoricamente perché è insolito far accoppiare 2 red tricolor (come è insolito far accoppiare 2 black tricolor). In conclusione… se vogliamo fare una classifica dei colori degli australian shepherd da quando è nata questa razza, sicuramente è la seguente e cioè al primo posto black tricolor, al secondo posto blue merle, al terzo posto red tricolor e al quarto posto red merle. Volendo potremmo anche dare delle % abbastanza precise e questo lo si può fare se qualcuno ha voglia di controllarsi un campione consistente di cucciolate fatte, che so, le ultime 100 cucciolate registrate in Italia, ad esempio.

Marco Rosetti